Il Portico


INDIRIZZO: Via Martiri della Bettola, 51, interno 7 Reggio Emilia
TELEFONO: 0522 328415
EMAIL: prossi@asp.re.it
“Il Portico” è un Servizio caratterizzato da un intervento diurno intensivo, con la finalità di evitare l’allontanamento dei minorenni dalla famiglia.
È aperto tutto l’anno e ha iniziato la propria attività dal 2013.
È ubicato in Via Martiri della Bettola 51 int. 7 a Reggio Emilia.
Assicura un orario di servizio di non meno di 36 ore settimanali, modulabili sulla base delle esigenze dei bambini o ragazzi, del periodo scolastico o formativo. Prevede inoltre, per eventuali situazioni di emergenza di brevissima durata (massimo 7 giorni) la possibilità di accogliere per la notte un bambino o ragazzo con un educatore.
Può prendersi cura di un numero di famiglie tali da poter collaborare alla con-temporanea realizzazione di un massimo di 10 progetti con bambini, ragazzi o adolescenti residenti nella Zona Sociale di Reggio Emilia, di entrambi i sessi e di età compresa tra i 6 e i 17 anni.
Dal 13 marzo 2013, è in possesso di regolare autorizzazione al funzionamento rilasciata dal Comune Reggio Emilia (Prot. gen. N. 9196) ai sensi della D.G.R. dell’Emilia Romagna, n. 1904 del 19 dicembre 2011, Direttiva in materia di affidamento familiare, accoglienza in comunità e sostegno alle responsabilità familiari (Parte II, 8.2.2, Comunità educativa semiresidenziale).
 
Responsabile: Pierluigi Rossi
 
Modalità di accesso

Per accedere a questo Servizio gli enti locali deputati fanno domanda di accoglienza e pagano un contributo economico giornaliero, stabilito annualmente dal Consiglio di Amministrazione dell’Azienda che comprende tutto quanto si renda necessario alla realizzazione dei singoli progetti educativi individualizzati.
Quando i Servizi territoriali ritengono di voler attivare la collaborazione de “Il Portico” ne convocano il Responsabile per esporgli e condividere le motivazioni e le finalità generali che hanno determinato la loro scelta di coinvolgimento.
Fatte salvo disposizioni scritte dell’Autorità giudiziaria competente, il coinvolgimento de “Il Portico” avviene sempre con il consenso e la partecipazione di chi esercita la potestà genitoriale.
In alcune situazioni, per comprendere meglio la situazione presentata e valutare la possibilità di accoglienza, il Responsabile de “Il Portico” propone almeno un incontro con la famiglia e il ragazzo, ed eventualmente una visita domiciliare.
Una volta concordata l’opportunità di collaborazione il Servizio sociale competente redige una richiesta formale indirizzata al Presidente dell’ASP.
 
 
 


Carta dei servizi

Minorenni e famiglie

Comunità educativa residenziale

Comunità Familiare Residenziale

Centro Educativo Pomeridiano

Servizio Familiare

Sistema a rete di accoglienza H 24

Servizio socio-educativo residenziale per maggiorenni