Pronta Accoglienza


INDIRIZZO: Via Sant’Isidoro, 28 Rivalta Reggio Emilia
TELEFONO: 0522 363411
FAX:0522/363327
EMAIL: comunita@solidarieta.re.it
Sistema a rete di accoglienza H24

 Questo Servizio conferisce all’Asp, anche in nome e per conto dei Comuni del Distretto di Reggio Emilia, il coordinamento, l’organizzazione e la gestione di un servizio che ha il compito di offrire, in modo tempestivo, ospitalità e tutela a persone minorenni che devono essere allontanate con estrema urgenza dal proprio nucleo famigliare per disposizione delle autorità competenti o che non possono essere subito ricondotte in famiglia perché trovate prive di tutela o in stato di abbandono, maltrattamento o bisogno di protezione; può offrire lo stesso servizio anche a madri/padri che siano, in modo imprevisto, individuate in condizioni di maltrattamento o immediato bisogno di protezione e accudimento. E’ in funzione ogni giorno dell’anno, domeniche e festivi compresi, 24 ore su 24.
 
Per l’effettiva ospitalità delle persone in difficoltà accolte nel servizio H24 l’ASP si avvale della Comunità “Sant’Isidoro” del CeIS di Reggio Emilia (con la quale è anche convenzionata per 6 posti di accoglienza in Comunità Educativa) la quale garantirà la reperibilità telefonica e l'individuazione del posto di pronta accoglienza immediata utile per l'accoglienza delle persone minorenni di sesso femminile. La pronta accoglienza per i minorenni maschi, per le donne con figli, per le donne clandestine in gravidanza sarà garantita da Dimora d'Abramo.
 
Qualora il numero di utenza che necessita di accoglienza immediata sia superiore alle disponibilità individuate resta inteso che vengono verificate le disponibilità ulteriori in primis tra le tre organizzazioni coinvolte nella gestione del servizio complessivo.
 
 Responsabile: Dott.ssa Giovanna Bedocchi
 
Modalità di accesso

Il Servizio può essere attivato dalle Forze dell'ordine, dal Pronto Soccorso ospedaliero, dagli operatori dei Servizi sociali territoriali attraverso il numero telefonico 0522.328446.
Qualora il Servizio sia attivato direttamente dalle Forze dell'ordine o dal Pronto Soccorso ospedaliero, l’ASP, nel più breve tempo possibile, si impegna a segnalare l’avvenuta accoglienza al Servizio sociale territoriale competente per la presa in carico, il quale individuerà un referente per la situazione nell’arco delle 24 ore del primo giorno lavorativo utile e predisporrà un approfondimento della situazione e una proposta di percorso successivo di norma entro i successivi 7 giorni.

 
 


Minorenni e famiglie

Comunità educativa residenziale

Comunità Familiare Residenziale

Centro Educativo Pomeridiano

Servizio Familiare

Sistema a rete di accoglienza H 24

Servizio socio-educativo residenziale per maggiorenni