Raccomandazioni in merito alle uscite degli ospiti ed all’accesso dei visitatori presso le strutture residenziali per persone anziane e persone con disabilità


”Raccomandazioni in merito alle uscite degli ospiti ed all’accesso dei visitatori presso le strutture residenziali per persone anziane e persone con disabilità”. Aggiornamento precedenti indicazioni fornite con PG 11983 del 4.10.2021 e PG 11981 del 4.10.2021

L’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, vista la Circolare del Ministero della Salute del 18.12.2021 “ Pandemia da SARSCOv- 2: rafforzamento delle misure organizzative per la gestione dell’attuale fase epidemica” e considerato che il quadro epidemiologico riguardante l’infezione da SARS-Cov-2 si sta evolvendo rapidamente e prefigura un marcato aumento della diffusione dell’infezione, ha richiesto alle Direzioni delle strutture residenziali per persone anziane e persone con disabilità di rafforzare le misure preventive.
 
L’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, ricorda inoltre di mantenere particolare attenzione alle situazioni di “fine vita” e di mantenere al massimo livello di applicazione, anche dopo la copertura con la terza dose, tutte le misure igienico sanitarie preventive di carattere individuale (utilizzo dei DPI, disinfezione delle mani, e anche stile di vita responsabile), organizzative (monitoraggio dei sintomi sospetti e screening periodici) ed ambientali (igiene ed ariegg iamento). ASP ha aderito con immediatezza alle raccomandazioni della CTSS, tenuto conto delle conseguenze particolarmente gravose che l’esposizione al virus può avere sulle persone ospitate nelle strutture per anziani e disabili in considerazione della loro fragilità e della conseguente necessità di specifiche tutele aggiuntive.
Alla luce delle indicazioni fornite dall’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, ASP ha previsto:
 
Di limitare il più possibile le uscite degli ospiti e, in ogni caso, solo dopo avere acquisito formale condivisione del “patto di corresponsabilità” e raccomandato che l’anziano abbia contatti solo con familiari in possesso di Certificazione Verde Rafforzata. Per questi ospiti al rientro è prevista osservazione cautelare dal giorno del rientro, ed effettuazione di tamponi molecolari di controllo a cura degli infermieri della struttura; Al rientro in struttura dopo una uscita si cercherà inoltre di mantenere adeguato distanziamento dell’anziano dagli altri ospiti, cercando il più possibile di evitare la sua presenza in momenti di vita collettiva fino all’esito del tampone molecolare di controllo.
 
· Di applicare puntualmente a decorrere dal 30 dicembre 2021 la previsione di cui al D.L. 24.12.2021 n. 221 “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 consentendo l’accesso dei visitatori alle strutture residenziali esclusivamente ai visitatori muniti di una certificazione verde COVID-19, rilasciata a seguito della somministrazione della dose di richiamo successivo al ciclo vaccinale primario, c.d. “Certificazione Verde Rafforzata”, ovvero ai visitatori in possesso di una Certificazione Verde COVID-19, rilasciata a seguito del completamento del ciclo vaccinale primario o dell’avvenuta guarigione ai sensi dell’avvenuta guarigione di cui alle lettere b) e c -bis ) dell’articolo 9, comma 2, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, unitamente ad una certificazione che attesti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle quarantotto ore precedenti l’accesso.
 

· Di limitare i tempi di permanenza ed il numero delle persone accolte per ogni singola visita.

· Di estendere, in via precauzionale, l’utilizzo delle mascherine FFP2 al posto delle mascherine chirurgiche.
 
· Per i visitatori che non sono in possesso delle condizioni di cui al D.L. 24.12.2021 n. 221 indicate più sopra e in vigore dal 30 dicembre prossimo, sarà possibile effettuare le visite all’interno dei locali “Tra le tue braccia” o attraverso i vetri.
 
· Continua naturalmente ad essere assicurata la possibilità di dare continuità al sostegno e supporto affettivo agli ospiti attraverso telefonate, videochiamate ed altre forme di contatto visivo a distanza.
 
Per quanto non diversamente indicato, continuano ad applicarsi le indicazioni fornite con le note precedenti.
 
 
Ultimo aggiornamento: 29/12/21